Alessia Marcuzzi: noi scorpione così misteriose

Alessia Marcuzzi è soubrette, presentatrice televisiva, attrice, mamma, nata a Roma sotto il segno dello scorpione dopo il liceo frequenta il corso di Dizione e Recitazione presso la scuola Mario Riva a Roma. Prima del debutto televisivo nella trasmissione “Occhio al dettaglio”, su TMC la vediamo in vari spot pubblicitari. Il grande successo arriva conducendo “Colpo di fulmine” programma cult che le apre la strada verso un successo incredibile.





Quasi 30 anni di televisione. La carriera ha inizio quando «(…) non avevo neanche 18 anni, perché ho fatto tutto molto presto nella vita» - dice.

Arrivano così programmi televisivi importanti: Colpo di fulmine, Festivalbar, Mai dire gol, Le Iene, Scherzi a parte, Grande Fratello, L’Isola dei Famosi, Temptation Island”. Non stanca il pubblico che, di anno in anno, la segue con continuità, la stima e coglie ogni suo lato, anche quello fragile, come punto di forza.

È senza dubbio una donna molto affascinante, dal fisico giunonico e statuario, in lei sprizza simpatia, leggerezza, dinamicità e vivacità. La vediamo nel corso della sua strepitosa carriera a fianco di colleghi famosi, in perfetta sintonia con ogni compagno di viaggio. La sua personalità estroversa e gentile, il suo sorriso avvolgente, la sua forte motivazione a fare sempre meglio, l’hanno portata ad abitare palcoscenici importanti, il tutto condito dalla sua caparbia determinazione, tipica caratteristica dello scorpione.

La sua immagine in pochissimi anni si diffonde in ogni dove, è difficile non riconoscere il volto e le gambe mozzafiato di Alessia Marcuzzi. È una donna complessa, non facile, misteriosa, seducente e al tempo stesso riservata, non ama mettere il naso negli affari degli altri. Tuttavia, Alessia ha una simpatia coinvolgente, il suo sorriso è una porta aperta verso il suo cuore, cattura lo spettatore tenendolo incollato allo schermo, è spigliata e autoironica, ogni suo programma conferma il suo talento. Come ogni scorpione è capace di cambiamenti di rotta che accadono all’occhio dell’altro all’improvviso ma hanno avuto una lunga metabolizzazione interiore, poi, all’improvviso il cambiamento.

Risale al 30 giugno 2021 la sua comunicazione via Instagram dove annuncia con un post: «(…) voglio essere io a dirvelo prima che lo leggiate su qualche blog in maniera distorta. Dopo 25 anni in Mediaset, ho deciso di prendermi un momento per me, perché non riesco più a immaginarmi nei programmi che mi venivano proposti». I fan sono increduli, non capiscono, una notizia che nessuno si aspettava, ma lei, come ogni scorpioncino che si rispetti non ama vivere in luoghi o in situazioni che non danno più la giusta emozione, che non entusiasmano, che perdono di forza seppur «con grandissima sofferenza ho deciso di comunicare all’Editore e all’Azienda di voler andare via». Per lo scorpione abbandono e rinascita sono due facce della stessa medaglia, Alessia Marcuzzi l’ha mostrato senza troppe censure non solo nella vita lavorativa ma anche in quella affettiva.

La Marcuzzi è oggi felicemente sposata con Paolo Calabresi Marconi. Due relazioni importanti alle spalle con Simone Inzaghi e Francesco Facchinetti da cui sono nati i figli, Tommaso e Mia. Tant’è che sempre su Instagram – questa volta di Francesco Facchinetti – c’è un post con la foto della famiglia allargata in occasione del compleanno di Mia: «Tutti insieme per il compleanno di Mia! Pronti a festeggiare come un’unica grande famiglia». Una grande famiglia è come le «strade soleggiate che ci hanno diviso riavvicinandoci di nuovo (M. Palma)». Di strade Alessia ne ha percorse tante, sia lavorative sia affettive.

L’amore, si sa, è cosa difficile e non sempre le cose vanno come si vorrebbe, tanto più la donna scorpione può essere tranquilla in amore, ma non è una che passa sottotraccia. È seducente e ama attirare a sé l’uomo più interessante (e più bello), qualcuno che sia in grado di soddisfarla fisicamente, emotivamente e intellettivamente.

La cosa importante per una donna scorpione è quella di non metterla mai alla prova del suo amore. La donna Scorpione a volte sarà rigida con l’amato, non perché vuole che se ne vada, ma perché vuole che le dimostri che rimarrà per sempre. Seppur, a volte, ama essere corteggiata e se non adeguatamente stimolata dalla persona con cui ha una relazione può volgere lo sguardo altrove. Alessia Marcuzzi ha ben chiaro cosa cerca in una relazione infatti: «in una storia d’amore vorrei mi mancasse sempre un po’ il terreno sotto i piedi. Quando non riesco a dare nulla per scontato. Quando le certezze non sono mai una conquista ma una continua ricerca. Forse mi piace ancora pensare, da ragazza degli anni ’80, che l’amore sia per sempre nodo alla gola, farfalle allo stomaco e percorso a ostacoli». Sarà questa la causa della sua ricerca dell’amore, forse anche lei come in Pretty Woman vuole trovare la favola? Forse doveva arrivare Paolo Calabresi Marconi (nato sotto il segno dei gemelli) per farla sentire al sicuro e rassicurata?

Di certo è stato ed è un porto sicuro. Il punto di forza della relazione Scorpione-Gemelli è il potenziale che i due segni riescono a raggiungere quando lavorano insieme armoniosamente.

Una cosa è certa lui è lo spazio di luce in un periodo senza dubbio difficile come quello segnato dal Covid-19. La stessa Alessia Marcuzzi non nega la fatica, la difficoltà, il dolore in tempo di pandemia tanto che scrive: «credo che questa pandemia, oltre a tutto il male che ha portato, abbia dato a molti di noi la possibilità di guardarci dentro, per capire davvero chi siamo e chi vogliamo diventare. Io lo sto facendo, e spero di non deludere me stessa e quella che sono». Tutto questo rispecchia perfettamente la natura dello scorpione che necessita di momenti di sospensione per incontrare la propria profondità, per rimettere insieme le energie e progettare nuovi itinerari, per godersi la vita e ciò che possiede in piena tranquillità. Non sarà che tra i due bolle in pentola un qualche progetto considerando che Paolo Calabresi Marconi è un amministratore delegato e founder di Buddy Film?

Così nell’algoritmo imperfetto della rottura si apre una possibilità verso il ricominciare, riprogettarsi, ricominciare con nuove emozioni e nuovi itinerari. In fondo come ben dice Jovanotti: “La vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare”, c’è da credere che Alessia Marcuzzi abbia in sé radicato questo concetto così da prendere il volo verso altri lidi insieme al suo attuale marito. In questo stravolgimento della sua vita emerge dirompente il bisogno di libertà, la voglia di costruire un nuovo viatico perché in fondo «la libertà è quando l’amore è mutato (…) non è in nulla, se non nella nostra testa (M. Palma).

Un po' come la vita che è: «Poter scegliere. L’indipendenza economica. Non averne più, di paura. Dei giudizi della gente, di sbagliare. Correre il rischio. Correggerlo, nel coraggio» - dice Alessia.




4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti