Caro ti lascio. Sto con lui!

Aggiornato il: 15 ott 2020

Convivono da alcuni anni. Il rapporto si è consolidato. Lei lavora per una casa di moda. Viaggia molto. Passa intere settimane lontano da casa. Lui è consulente in un’importante azienda di investimenti finanziari. Ha tempi ristretti. Il lavoro lo assorbe totalmente. Gli capita di lavorare fino a tarda notte e nel fine settimana.



Nonostante i mille impegni la loro convivenza va bene. Hanno una buona sintonia. Progettano insieme molte cose tra cui quello di un figlio, quando le loro posizioni lavorative si sono maggiormente consolidate. Nulla può inquinare questo quadro familiare solido. Eppure accade qualcosa. Lei conosce in un viaggio il nuovo direttore commerciale. È più grande. Un uomo supponente. Pieno di sé. All’inizio ha difficoltà a rapportarsi a lui. Non lo sopporta. Pensa di trovarsi un nuovo lavoro. La pressa con continue richieste di lavoro. È stanca. Passano settimane senza incon- trarsi. Sono entrambi affogati di impegni. Lei si dice: “è lavoro, non posso mollare!”. In uno dei tanti viaggi Milano-New York qualcosa accade. Il suo capo cambia. È gentile. Si preoccupa di lei. La invita a cena. È premuroso. Le fa trovare un cesto di frutta esotica in camera. La sua preferita! Lei si sente coccolata. Qualcosa sta accadendo. Imprevedibile. Non controllabile. Travolgente. Piano piano la loro relazione lavorativa si trasforma in qualcosa di più. Lei s’innamora per- dutamente. Lui pure. Adesso cosa accade? Come comportarsi con il proprio compagno? Con l’uomo con cui hai messo su casa? Cosa dirgli? Come farlo? Quando farlo? Soprattutto è giusto farlo? Questo nuovo amore sarà solo un fuoco di passione oppure è amore vero? Si prenderà gioco di me? Sarà davvero innamorato? Lasciare l’Altro è molto difficile. Lo è ancora di più se esiste un altro uomo. È importante fare chiarezza prima di tutto con se stesse. Poi sia con la persona che si decide di lasciare sia con il nuovo lui. Trasparenza. Autenticità. Chiarezza. Sono fondamentali. Quando si vive una situazione di questo genere, è importante comunicare l’accaduto senza maschere per non dar vita a strascichi che portano a complicare le situazioni. Tanto più se il lui che decidiamo di lasciare è innamorato. È importante non prendere in giro nessuno. Evitare di mantenere il piede in due staffe per paura di fare la scelta sbagliata. La coerenza premia sempre. Bisogna prendersi la responsabilità della scelta. Prima di decidere il consiglio è: Comprendere cosa è accaduto: perché c’è il bisogno di frequentare un’altra persona? C’è stato un allontanamento momentaneo oppure è una situazione finita? Sei davvero innamorata di un altro oppure è solo una passione?

Il consiglio: lista dei vantaggi e svantaggi Prendi carta e penna. Suddividi il foglio in due parti. In una parte scrivi tutti i punti a vantaggio della vecchia relazione. Nell’altra parte le motivazioni che ti hanno allontanato e non ti soddisfano. Fai la stessa cosa anche per la nuova relazione. Dopo che hai fatto l’esercizio chiediti: I motivi che mi hanno portato a innamorarmi di un’altra persona sono abbastanza validi per lasciare il mio compagno? Fai passare qualche giorno. Poniti nuovamente la stessa domanda. Prendi la tua decisione. Se dopo questo esercizio ti rendi conto che la tua vecchia storia è finita e non vuoi che vada avanti allora è importante:

Scegliere il momento in cui parlare con la persona che vuoi lasciare: non lasciare che le cose naufraghino da sole. Porta rispetto a te stessa e all’Altro. Parlare e spiegare cosa è accaduto è la via migliore per non rovinare ciò che di buono c’è stato.

Il cosiglio: ce l’ho “quasi” fatta... Il copione Sisifo. Prova a vivere le esperienze della tua vita come se raggiungessi la meta e l’obiettivo deciso. Ogni volta che sperimenterai la sensazione di “ce l’ho quasi fatta” dovrai scrivere su un taccuino, che porterai sempre con te, i tuoi pensieri, le tue sensazioni, le tue emozioni, chi c’è con te, cosa stai facendo e come lo fai, che cosa ti aspetta. Poi, dovrai decidere di agire e reagire pensando come se quella tal cosa avesse un esito positivo. Quindi, dovrà scrivere cosa devi fare al fine che la tua meta diventi realtà. Le cose che scriverai dovrai metterle in pratica al fine di raggiungere la tua meta senza aderire alla profezia “ce l’ho quasi fatta”. Non cadrai più nella trappola copionale. Il copione di vita diventerà una risorsa per arrivare a raggiungere le tue mete.

Scegliere il posto giusto per parlare con la persona che vuoi lasciare: evita di comunicare la tua decisione per telefono, e-mail o sms. È importante guardare l’Altro in faccia. Avere il coraggio di prendersi le proprie responsabilità. Scegli un posto tranquillo per incontrarlo. Spiega al tuo nuovo lui che lascerai il tuo fidanzato: la chiarezza è sempre un punto di grande coraggio e dignità. La tra- sparenza premia sempre. Preparati all’incontro: chiarisci con tranquillità. Non lasciarti prendere dai sensi di colpa. Non recriminare i bisogni non soddisfatti. Cerca di non alzare la voce. Sii pacata. Mantieni la calma. Fidati del tuo sentire. Parla con il cuore. Cerca di farti comprendere. Non pretendere approvazione. Non perdere mai la concentrazione. Concludi l’incontro in maniera positiva: a volte, è impossi- bile, specialmente se la persona non si aspettava niente del genere o non voleva rompere. Se dovesse andarsene infuriata, non puoi fare niente. Chiudere il rapporto in maniera ami- chevole è la cosa migliore da augurarsi. Non dire “possiamo rimanere amici”. La rottura è rottura. Se lui è innamorato non può restarti amico.

Rassicura il tuo nuovo lui: gli uomini vogliono sentirsi unici. Rassicuralo che hai definitivamente chiuso con il tuo ex. Lasciare una persona per un’altra può creare un forte senso di colpa anche se facciamo tutto nella massima correttezza. Chi si è innamorato di un altro vive l’angoscia di far soffrire un individuo con cui ha trascorso momenti importanti. Bisogna ricordarsi che l’amore è un’alchimia particolare. Quando siamo innamorati, la persona amata è unica. Occupa un posto privilegiato nella nostra vita. È l’assoluto. Questo sentimento vale sia per l’uomo sia per la donna. La situazione si modifica quando l’amore svanisce. Oppure quando l’amore si trasforma. Può anche terminare. L’amore può trasformarsi, in seguito a bisogni non soddisfatti e nutriti, in indifferenza. Le donne che non si sentono amate. Considerate. Desiderate, possono arrivare a volgere lo sguardo in altri lidi per trovare quel nutrimento d’amore che cercano.

Lettura consigliata: Il gabbiano di Jonathan Livingston, Richard Bach. Promuove la perseveranza, stimola il bisogno di scegliere liberamente e motiva alla scelta del nuovo.

Film consigliato: Baciami ancora di Gabriele Muccino


Motto: Ogni incontro è grazia e mistero.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti