Citofonare vendetta (on Novella2000)

Tre attrici da Premio Oscar, una storia potente, una regia sopraffina, una produzione fantastica il tutto condito da una sceneggiatura che lascia a bocca aperta per la profondità e l’intensità che è riuscita ad offrire alla macchina da presa. Bombshell, appena uscito in Amazon Prime, lascia tutti con il fiato sospeso per la sua capacità di proiettarti all’interno della storia, per l’intensità che crea la suspense che avvolge la pellicola, per l’adrenalina che riesce a stimolare durante il suo svolgersi scena dopo scena, battuta dopo battuta. Si arriva alla fine della pellicola e vorremmo continuare ancora a vederlo per ore, tanto è avvincente la storia che si narra, tanto intensa e vera è la narrazione.




Basato su fatti realmente accaduti, Bombshell, racconta l’incredibile storia delle donne che hanno spodestato l’uomo che ha contribuito a creare il più potente e controverso impero dei media di tutti i tempi, Fox News. Uno straordinario ritratto delle scelte coraggiose di tre donne, molto differenti tra loro, che decidono di lottare contro un sistema di potere e di abusi, che vigeva indisturbato. Un coraggio per ritrovare la propria vita, un grido che accomuna mille altri gridi andati rinchiusi nella solitudine del mutismo assoluto.

Charlize Theron, Nicole Kidman, John Lithgow e Margot Robbie sono i co-protagonisti di una pellicola avvincente. Dietro la macchina da presa una firma eccellente come Jay Roach, che si è affidato alla sapiente capacità sceneggiante di Charles Randolph.

Charles Randolph, celebre firma di sceneggiature sopraffine, amato dai maggiori registi americani, ha colto anche questa volta l’essenza profonda. Insomma, un corollario di nomi che già sono una sicurezza, tanto da aver dato vita a un’opera assolutamente unica.

Lo dimostra il fatto che la bella Charlize Theron ha voluto produrre il film, finita di leggere la sceneggiatura. Quelle pagine raccoglievano un vero capolavoro, tanto che hanno saputo trasformate un evento scabroso, in un dramma umano intenso e incisivo. Qualcosa che doveva assolutamente prendere vita, vedere la luce, essere portato davanti allo spettatore affinché lo stesso potesse valutare con la sua mente questi eventi così dolorosi e distruttivi.

La storia vissuta da queste tre donne mette in evidenza il problema delle molestie sessuali sul posto di lavoro. Ben si sa quanto questo problema in alcuni ambienti sia cruciale, tanto da condurre molte donne a soccombere sotto la scure fendente del silenzio per paura delle conseguenze. È un mondo nel mondo, dove la desolazione e lo smarrimento fanno da padrone. La storia di queste tre figure femminili che hanno avuto la forza, la determinazione, la capacità di far emergere la verità, hanno al tempo stesso anticipato lo scandalo che, un anno dopo, ha investito Harvey Weinstein, questa storia ne è stata il precursore.

È una pellicola che suscita indignazione, che emoziona, fa anche ridere su alcune assurdità. È l’insieme di una vicenda umana che appartiene alla nostra vita, che travolge alcune persone, che smonta meccanismi incredibili, che denuncia ferite profonde.

Un film denuncia che vede in prima linea tre donne dalle caratteristiche differente, tutte e tre coinvolte nella stessa storia triste, il tutto dosato con il giusto equilibrio. Nulla è ridondante, moralistico, critico, c’è solo la narrazione d’esperienze intense che hanno bisogno di essere portate alla luce, riscattate e curate.

Un set così importante per gli argomenti trattati, ha vissuto momenti faticosi, intensi, ma la strategia vincente è stata quella di costruire una base sicura creando un terreno e un ambiente accogliente per il racconto di emozioni così forti. L’impatto è senza dubbio denso, ma nulla resta ancorato all’emozione critica, bensì apre un orizzonte di significato che va oltre l’immagine e il racconto.

I riflettori puntano su nomi importanti, su giganti dei media, su società quotate in borsa che sono dei colossi invalicabili.

L’attore inglese Malcolm McDowell, interpreta Murdoch. Un ruolo difficile, un personaggio da interpretare che rappresenta un colosso mondiale. Così l’attore ha scelto una via che l’ha reso vincente nella sua straordinaria interpretazione, lui stesso dichiara: “Non potevo di certo sembrare lui, per questo dovevo coglierne l’essenza, o almeno la sua immagine pubblica”.

Altri attori danno vita ad altrettanti personaggi chiave all’interno della pellicola. Hanno tutti caratteristiche specifiche che rimandano alla vera storia narrata.

È stato un lavoro poderoso anche per tutti gli addetti al set. La cosa più impegnativa è stata quella di trasformare dei volti così noti, come quelli degli attori, in altrettanto volti noti come quelli dei personaggi, ha richiesto il talento e la grande competenza di un team concentrato su trucco e acconciature.

Ci sono stati degli attori come Kidman, Theron e Lithgow, McDowell, che hanno avuto bisogno di una vera e propria trasformazione fisica, così l’intero processo è iniziato con una scannerizzazione facciale in 3D e dei calchi in gesso. Un vero e proprio capolavoro di artisti del cinema che sanno dar vita a personaggi assolutamente aderenti al dato reale.

Il compositore Theodore Shapiro ha firmato la colonna sonora. Una colonna sonora che si distingue per la sua non convenzionalità, che incorpora voci femminili, come un coro greco che commenta gli eventi. Suggestiva e al tempo stesso evocativa, struggente e commovente come se si fosse all’interno di un teatro greco alle prese con un dramma narrato non solo dalle parole ma anche dalle immagini che scorrono sotto gli occhi.

Il tocco finale è il brano originale di Regina Spektor: One Little Soldier.

Bombshell è un film intenso, profondo e per certi aspetti crudo ma assolutamente portavoce di uno spaccato di vissuto violento e crudele, attuale e al tempo stesso film denuncia. Alcuni nomi sono stati cambiati e alcune scene, dialoghi e personaggi, sono stati creati a scopi drammatici. Nonostante tutto resta un manifesto per comprendere come in alcune realtà le molestie sessuali sono “la normalità” in un ventaglio di comportamenti anormali. Non perdetelo perché potete osservare con i vostri occhi come certe realtà vivono e costruiscono il loro potere.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti