La scalata al potere parte da una coppia felice

Al cuor non si comanda ma la ragione ha i suoi algoritmi che possono rendere la convivenza un insieme ben organizzato di orizzonti da cui giungono successo e fama. La frase di Virginia Woolf «dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna» - e viceversa aggiungiamo - ha sempre le sue declinazioni di verità. Le donne in penombra che hanno un ruolo essenziale al fianco di uomini famosi hanno attraversato la storia e ancora oggi ne troviamo molte che sono essenziali per il successo del marito o compagno che sia.




Nel XXI secolo accade anche il contrario ovvero ci sono uomini che stanno in penombra lasciando le loro compagne crescere professionalmente e dedicarsi alla carriera. In entrambi i casi sono figure che pur occupando una posizione secondaria hanno in mano i fili di tutto ciò che rende il (la) partner vincente.

Penelope e Cleopatra sono stata figure femminili che hanno spiccato per la loro capacità di esserci nonostante tutto. La prima, compagna fedele per anni, forza della sua Itaca fintantoché Ulisse non rientra in patria sa ben gestire l’invasore e mantenere viva la fiamma dell’amore. Cleopatra, la più famosa regina dell’antico Egitto, aveva un esercito molto forte, grandi ricchezze, un fascino irresistibile, ha sedotto uomini come Giulio Cesare e Marco Antonio. Uomini di potere che tuttavia le hanno lasciato il passo rendendola ancor più importante.

Le donne che vivono all’ombra dei partner maschili sono silenziosi supporti ma al tempo stesso hanno la capacità di rendersi importanti e significativi contraltari. Sono donne che, nel bene e nel male, vivono comunque di luce riflessa, sanno ben gestire il loro essere dietro le quinte, il loro esserci senza esserci.