La trappola della rete tra sesso, bugie e chat

Basta un click e si apre un mondo fatto di sesso, parole, immagini, passioni giocate con la webcam, sussurrate con lo sguardo perso in uno schermo senza sentire l’energia che ne deriva dalla presenza con l’altro. La rete, si è detto in tutte le modalità, cattura, intrappola, travolge. È uno spazio infinito dove la vita si dipana seguendo regole, algoritmi, atmosfere completamente diverse dal mondo reale.




È uno spazio arricchito di siti d’incontro, di chat per tutti i gusti, di alchimie immaginarie che lasciano travolgere la persona nel paese dei balocchi, dove tutto è a portata di un click. Così basta poco per imbattersi in uno sguardo sognante, in labbra carnose, in una lingerie sexy che mostra delle nudità accattivanti.

La webcam filma catturando ogni attimo con una parsimonia di precisione che immortala ogni sospiro, stimola la fantasia più erotica regalando l’eternità. Si scatena la passione. Le emozioni sono travolte da coinvolgimenti erotici senza eguali così che tutto si colora di luce e l’oscurità del quotidiano viene confinato in una piccola parte di sé stessi.

All’inizio c’è un attimo in cui la prudenza prende il sopravvento, i sensi di colpa si affacciano lasciando quasi nell’immediato spazio alla trasgressione. È tutto più facile. Nasce con una serie di scambi in chat e poi arriva il colpo da maestro: il sesso in rete, l’incontro nel reale, il tradimento conclamato.

L’incontro si consuma tra tre protagonisti: i due amanti e il pc. Il computer sembra il preservativo che protegge dalla perdita totale di controllo, così ogni incontro è programmato gestendo al meglio la relazione nel mondo reale. Nel giusto momento arriva il collegamento, si amoreggia, si filmano, si aprono le porte di una comunicazione ai limiti del lecito, perché spesso la carica e la pulsione erotica passa anche attraverso il turpiloquio mentre si fa sesso.

Le parole dolci, affettuose sono bandite, c’è il libera tutti alla mancanza di pudore, tutto nella rete appare lecito, una trasgressione ben gestita.

Finalmente la parte più grezza si libera esprimendosi con parole volgari, trasgressive, narrando fantasie mai raccontate prima.

L’intimità pregressa (e postuma), il patto di segretezza e riservatezza assoluta tra chi guarda e chi si fa guardare sono elementi importanti per una condivisione amorosa e sessuale, senza rischi e guai. Insomma, una maniera trasgressiva di viversi l’incontro di sesso con una persona che prende di testa e rapisce l’eros.

Le due forze potenti Eros e Thanatos si incontrano in un territorio senza limiti e confini, lì accade ciò che nella vita normale è impensabile.

In quei momenti di alchemico incontro, nessuno dei protagonisti pensa al dopo. Il dopo, nel loro immaginario, non è contemplato, anche se un dopo c’è, ed è la parte più significativa soprattutto se per qualche scherzo del destino la tresca trova la luce e viene scoperta.

La rete è un mondo parallelo, una spezia da cospargere sull’immaginario erotico. Il luogo dove i timidi si travestono da spavaldi, gli avari di cuore da generosi, gli ansiosi da grandi amatori, e dove i narcisisti trionfano con le loro foto ritoccate. L’amore online viene considerato più semplice e meno impegnativo di quello offline: diventa dispensatore di fantasie di disimpegno e leggerezza, e quando l’amore non soddisfa più, il potenziale partner può sparire di scena con un liquidatorio e lapidario click.

Perché c’è bisogno di crearsi relazioni online? Cosa spinge le persone a tradire così spudoratamente nella rete infinita delle tentazioni del web?

Oltre il 40% delle infedeltà coniugali nasce sul web o sui social, e spesso è consumata esclusivamente in territorio virtuale anche se per le persone più adulte c’è la necessità di incontrarsi offline. Approcci spinti, messaggi allusivi, video e foto osé, conversazioni bollenti: spesso la trasgressione finisce lì, altre volte è una miccia che spinge a passare da un incontro virtuale a uno reale, e non di rado porta alla fine di un rapporto.

Il bisogno di trasgredire sembra essere una parte rilevante dell’essere umano, spesso nasce solo per curiosità, altre volte per insoddisfazione, per noia, la cosa da tenere ben presente è il dramma che si può scatenare una volta scoperto.

Le bugie hanno le gambe corte, il rischio è che la rete intrappoli portando a perdere tutto quello che con fatica una persona si è costruita nel mondo reale.

Vale davvero la pena? Non sarebbe meglio affrontare i problemi relazionali con il(la) partner senza farsi avvolgere da queste assurde situazioni?

Per avere relazioni sane e soddisfacenti è importante averne cura, laddove nasce un problema, un momento di lontananza è bene affrontare subito il problema senza rifugiarsi in situazioni altre che potrebbero rovinare per sempre ciò che la persona possiede.

Il consiglio: autenticità sempre! xxx gossip love

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti