La vita è come un sentiero: avvincente, scoscesa, emozionante e densa di significati

Aggiornamento: 12 gen

La giornalista e camminatrice Tiziana Iannarelli ci conduce all’interno di un viaggio emozionante, dove i luoghi, la natura, le esperienze si fondono e confondono all’interno di un messaggio che richiama emozioni senza voce che si sentono solo con il cuore e si vedono con la carezza dell’anima. In fondo, “Se cercate idee creative andate a piedi. Gli angeli sussurrano quando vai a fare una passeggiata (Raymond I. Myers)”.



Una strada ti porterà sempre ovunque tu voglia, oltre i confini geografici e politici. I tuoi piedi poggiano sul sentiero che, come un’arteria, è unito al resto del mondo. Basta il primo passo, e milioni di altri che lo seguiranno, finché t’accorgerai che nessun posto è davvero irraggiungibile” (Alessandro J. De Stefano).

Questo e molto altro ancora ci insegna Tiziana Iannarelli nel suo andare, sentiero dopo sentiero, avventura dopo avventura. Lei che da quattro anni, su Rai RadioLive, racconta i cammini italiani attraverso la voce di chi li vive e percorre. Storie di luoghi, di natura, di tradizioni e di persone. Narrazioni di emozioni, parole e suoni che sono a contatto con la natura possono emergere regalando quell’atmosfera interiore che nutre e ristora.





Camminare dona benessere, rilassa, dona pace, offre un contatto con sé stessi che non si sperimenta in altre situazioni. Ogni sentiero, come quello della vita, si apre camminando. Il primo passo di un neonato è il vagito, da lì si schiude un viatico fatto di esperienze, sogni, parole ed emozioni. La vita fa, la vita si vive andando, perché solo all’andare il cammino si si fa sentiero di esperienza vissuta. Camminare non è solo un esercizio fisico, ci porta verso i sogni e desideri interiori.

Camminando compiamo anche un cammino in noi stessi, un cammino che ci porta a scavare in noi, a riscoprirci e ad ascoltarci.Il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi (Italo Calvino)”.

Inoltre, attraversiamo luoghi dove la storia e le esperienze umane hanno lasciato la loro traccia indelebile.

Tiziana Iannarelli in compagnia della sua cagnolina Apailana ci conducono dentro un’Italia tutta da ascoltare. Nella nuova piattaforma RaiPlay Sound prende vita il nuovo programma condotto “camminando” dalla giornalista Rai. Lei e Apailana ci portano alla scoperta di luoghi e persone attraverso dieci puntate del programma Camminando l’Italia, dove scopriremo Il Cammino di San Benedetto, da Norcia a Montecassino, sui passi del fondatore dell’ordine benedettino in un cammino esperienziale di 305km.





Nelle dieci puntate di “Camminando l’Italia” Tiziana Iannarelli ci farà scoprire tutti i benefici del camminare, le testimonianze di chi ha cambiato la propria vita, di un ex obeso, di un camminatore con il cancro, di una camminatrice con la sclerosi multipla…tutti con migliaia di km sotto ai piedi. “Il vero miracolo non è volare in aria o camminare sulle acque, ma camminare sulla terra (Li Lin Chi).

Storie di persone, racconti di territori, alla scoperta di un’Italia bellissima e a tratti sconosciuta. Come la conduttrice racconta: “Ho sempre corso nella natura, amavo viverla così. Poi ho iniziato a rallentare, anche a fermarmi, e a scoprire che a passo lento, per ore e giorni, quei sentieri non erano più freddo o caldo, odori, suoni, colori. Erano anche conoscenza, scambio, essenza, rinuncia a quel superfluo che fino a quel momento mi pareva essenziale. Perché lo zaino è una grande prova. Quei passi erano anche confronto con il mio silenzio, con i miei pensieri prima concentrati su dove e come, quasi ansiosi, poi sempre più liberi, aperti. Cammino con una levriera spagnola di nome Apailana adottata e in lista di soppressione, salvata dalla morte in una perrera spagnola. Lei mi insegna a capire la natura, a fidarmene se la rispetto. Tra i sentieri è libera, può raggiungere i 70km orari, ma non si allontana, sa che non potrei vivere senza di lei. Insieme abbiamo imparato a rallentare, camminare nella natura è il nostro elemento comune”.

Altro non resta che aggiungere se non: “Viandante, il sentiero non è altro che le orme dei tuoi passi. Viandante, non c’è sentiero, il sentiero si apre camminando (Antonio Machado)”.




71 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti