Magda Fanelli un’artista a tutto tondo

Effervescente, dinamica, intensa, determinata, forte, coraggiosa, creativa, un’artista a tutto tondo: questa è Magda Fanelli. Fa l’attrice e la presentatrice, è speaker radiofonica e molto altro ancora. Si è raccontata con sincerità ed empatia.





Raccontaci di te?

Sono Magda Fanelli, nata a Grumo Appula. A 16 anni inizio la mia carriera facendo l’indossatrice e fotomodella, partecipo a 3 concorsi nazionali classificandomi al 3° posto con la fascia, durante capisco che mi piacciono la telecamera e il microfono. A 19 anni inizio a fare programmi televisivi; successivamente vengo chiamata per presentare eventi di vario genere. Ho fatto tante pubblicità televisive e comparse in molti film e fiction tv/cinema. Per gioco intraprendo la carriera radiofonica che poi diventa anche lavoro. Da 6 anni contemporaneamente alla radio, ho iniziato la carriera teatrale recitando in commedie con le compagnie di Gianni Colajemma e Nicola Pignataro.

Come nasce la tua professione di speaker?

Un mio amico, vedendomi in tv come presentatrice, mi propose di fare la speaker, accettai e da allora sono 6 anni che faccio anche questo lavoro.

Come organizzi le tue giornate in radio?

Solitamente i miei programmi radiofonici sono in diretta 2 massimo 3 giorni a settimana perché devo conciliare con gli altri lavori: teatro, tv, eventi, ecc… Solo nel mese di settembre faccio un programma radiofonico tutti i giorni.

Sei anche una presentatrice, ci racconti qualche aneddoto?

Sono presentatrice tv e di eventi in piazza; l’aneddoto più divertente è avvenuto durante una manifestazione allegorica quando improvvisamente il service ha smesso di funzionare, non avevamo più luci e suoni.





E cosa hai fatto?

Sono scesa tra il pubblico, ho cercato di animare la piazza facendo cantare e ballare le persone presenti.

Un personaggio intervistato che ti è rimasto nel cuore?

Barbara Tucker, perché oltre a essere la regina dell’house music, mi ha colpito per la sua grande religiosità, umanità. Porta sempre con sè Dio, ne parla volentieri nelle sue interviste.

Oggi in questa epoca Social la radio è ancora importante?

La radio dove lavoro è anche tv. I miei programmi arrivano ai telespettatori che amano partecipare in diretta attraverso telefonate o messaggi whatsapp/telegram.

Quali temi tratti in radio con le tue interviste e nei tuoi programmi?

Il mio programma è una sfida tra me e l’altro conduttore che può essere culinaria, politica, musicale, ecc… Per esempio, a noi vengono abbinati due piatti tipici e il telespettatore o radioascoltatore deve esprimere la sua preferenza. Alla fine del programma chi ha avuto più preferenze, vince, mentre l’altro paga un pegno.

Come si chiama la trasmissione?

La trasmissione si chiama “Chi perde paga”.

Secondo te “l’abito fa il monaco”?

Si, nello spettacolo è importante, ahimè, l’aspetto estetico, soprattutto per la tv, perché molte persone ti seguono anche perché attratte dal look, dall’aspetto fisico, dal mood, oltre che dalla simpatia e professionalità.

Quanto è importante la femminilità?

È molto importante, perché attraverso il video si riesce ad arrivare prima al telespettatore e, a volte, si diventa un modello per altri.

Mamma, moglie e donna di successo come coniughi tutto questo?

Ho sempre cercato di coniugare il lavoro con la famiglia; ricordo che nei primi 5 anni di mia figlia, per dedicarmi completamente a lei, ho lasciato temporaneamente il mio lavoro, per poi riprenderlo successivamente.

Porti mai tua figlia in radio?

È capitato rarissime volte

Ti va di raccontarci qualcosa che non hai confidato a nessuno?

Quando avevo 17 anni ho rinunciato a far parte di una grossa agenzia di moda/pubblicità/spettacolo di Milano per amore.

Cosa rappresenta per te il mare?

Io vivo a Grumo Appula, dove non c’è il mare, ma lavoro prevalentemente su Bari, spesso mi ritrovo a passeggiare sul lungo mare dove le mie ansie, i miei pensieri, le mie paure scompaiono, guardando l’immensità del mare.

I tempi corrono e “tu adesso dove sei”?

Io cerco sempre di essere al passo coi tempi poiché questo lavoro te lo impone.

Qual è il luogo dove veramente ti senti a casa?

Con la mia famiglia, nel giardino di casa dove spesso trovo tranquillità e pace.

Sei più personaggio o persona?

Persona, perché, anche se conosciuta, mi piace rimanere con i piedi per terra e stare con le persone che mi seguono fuori dalla mia sfera professionale.

Progetti?

Continuare con radio, teatro e programmi televisivi.

Dove possiamo seguirti?

Attualmente su radio Popizz tv canale 881 Puglia e Piemonte, 656 Lombardia o in streaming www.radiopopizz.it. Oppure possono seguire tutto quello che faccio sulla mia pagina Instagram @magdafanelliofficial2 o su Facebook profilo @magdafanelli o pagina Facebook @lacaricadimagdafanelli

Cosa farai da grande?

Essendo molto religiosa, mi affido alla volontà di Dio.







264 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti