Meghan si studia sui libri di scuola

Se le regole per sposare un principe senza essere una principessa si possono racchiudere in sei piccoli suggerimenti come: frequentare le migliori università (Kate Middleton insegna), fare una vita mondana frequentando i posti più esclusivi (Beatrice Borromeo non ha rivali), uscire scegliendo le mete più glamour (Mary Donaldson), diventare una famosa attrice (Grace Kelly), vincere una medaglia d’oro Olimpica se non due (Charlene Wittstock), essere una conduttrice televisiva famosa (Letizia Ortiz). Ancora più interessante è diventare materia di studio, come pare diventerà Meghan. Nicholas Hewlett, preside di una prestigiosa scuola londinese, ritiene che la moglie di Harry abbia tante cose da insegnare.





Cosa curiosa, e al tempo stesso interessante. Siamo onesti, abbiamo tutti potuto osservare la vertiginosa disparità di trattamento che Meghan ha vissuto quando è arrivata alla Corte Reale Inglese, come ritiene Hewlett, non ha goduto degli stessi vantaggi della cognata Kate Middleton.

L’attrice afroamericana Meghan, al secondo matrimonio, un padre particolare, un fratello con cui non ha un buon rapporto, arrivata in Inghilterra come futura sposa dell’allora Principe Harry, ma non è molto gradita tanto che, come ha raccontato, ha subito delle microaggressioni e atteggiamenti raziali. Questo vissuto emerge da un’intervista a Oprah Winfrey, dove Meghan affronta a cuore aperto i due anni vissuti a corte. Pare che, da quello che l’attrice ha riportato, abbia vissuto episodi di razzismo all’interno della Royal Family, tanto da portare lei e il marito a prendere la difficile decisione di abbandonare non solo l’Inghilterra ma soprattutto la casa reale con tutti i relativi privilegi. Racconta a Oprah Winfrey: “Nei mesi in cui ero incinta del mio primo bambino ci dissero che non gli sarebbe spettato nessun titolo né garantita la sicurezza”, poiché spiega bene la duchessa le fu detto: “non sappiamo quanto sarà scura la sua pelle”.

A ciò si aggiunge, come già accennato, il ruolo di principessa “di serie B rispetto alla cognata Kate Middleton, sempre perfetta e impeccabile, molto amata dalla Regina.

Meghan nell’intervista ormai diventata famosissima va oltre dicendo: “Tutti i giornali britannici hanno detto che avrei fatto piangere Kate la moglie di William, ma in realtà è stata lei a far piangere me (…) è successo due giorni prima del mio matrimonio (…) Nessuno a corte si è mosso per difendere la verità (…)”.

Un mondo così lontano dalle luci di Hollywood che l’hanno messa sotto giudizio con un nutrito pregiudizio tanto da renderle la vita difficilissima tanto da dichiarare: Ho pensato spesso che non volevo più vivere. Le lezioni alle quali i fortunati allievi della St. Dunstan’s College di Catford, una costosa scuola privata inglese, parteciperanno saranno volte a comprendere le esperienze vissute da Meghan Markle che mettono l’accento sui privilegi che ancora godono i bianchi. L’iniziativa si ispira alla popolarità del movimento Black Lives Mattes, sarà un corso che oltre a trattare il caso Markle, prenderà in esame tematiche sempre più frequenti e sentite come quella delle aggressioni a sfondo razzista che spesso non vengono riconosciute come tali. Inoltre, nel corso saranno esaminati i motivi per cui finora solo attori maschi bianchi hanno interpretato James Bond e perchè solo bianchi sono stati gli uomini eletti Primo Ministro nel Regno Unito. Così, l’attrice non solo è riuscita a sposare uno dei rampolli più importanti delle case Reali ma è anche oggetto di studio!


1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti