Ora è lei la mia religione (on Novella2000)

John Travolta è attore, ballerino, produttore statunitense.

Una carriera costellata di successi. Una vita a cinque stelle che nonostante meravigliose mete non gli ha risparmiato momenti intensi e difficili, come la prematura morte dell’amata moglie Kelly Preston all’età di 57 anni. Insieme hanno avuto tre figli: Jett, Ella, Benjamin.

Un cancro al seno se l’è portata via in soli due anni.



Il protagonista de La febbre del sabato sera e Grease, un film che ha segnato un’epoca in ogni continente, si è ritrovato mancante dell’amore della sua esistenza. Il dolore per la perdita di una persona cara ha travolto la vita di questa coppia già in passato, quando hanno perso prematuramente il figlio Jett.

Il giovane, affetto da autismo, è mancato prematuramente, ha sbattuto la testa nella vasca da bagno a causa di una crisi epilettica durante una vacanza di famiglia, nulla sono valsi i soccorsi.

La stessa Chiesa non ha mai riconosciuto la malattia del primogenito di John, cosa questa che ha dato avvio alle prime incrinature con la setta.

È stata una perdita straziante per John e Kelly. Poi nel 2010, un anno dopo la morte di Jett, arriva Benjamin, le loro vite si sono riaccese, si sono di nuovo riempite di significato.

John alla nascita di Benjamin dichiarò: “Certamente avere il piccolo Ben è stato un bel collante per la nostra vita dopo quell’enorme perdita”.

Chi potrebbe affermare il contrario?

John Travolta che ha sempre avuto la meglio si ritrova a dover affrontare un percorso così intenso. È proprio in seguito a questo ulteriore evento doloroso che John pare abbia preso un’ulteriore decisione significativa: dopo tantissimi anni ha lasciato Scientology.

Sarà davvero questo il motivo? Dopo 45 anni di stretta appartenenza arriva il divorzio? Forse Da anni, la chiesa di Scientology suscita una serie di interrogativi sia per le numerose polemiche, sia per la sua influenza sulle star. Tom Cruise e John Travolta sono ben conosciuti per essere i portavoce più famosi di questa organizzazione. Qualcosa però sta cambiando!

Scientology ha deluso le sue aspettative?

Nel patinato mondo di Los Angeles non è il solo ad allontanarsi da questa cultura religiosa. L’elenco delle celebrities pentite di aver dato tanta fiducia (e tanti soldi) a Scientology è lunghissimo: Nicole Kidman, Katie Holmes, Demi More e Mimi Rogers (tutte e quattro legatissime a Tom Cruise, storico adepto di Scientology). A loro si aggiungono Priscilla e Lisa Marie Presley (vedova e figlia del grande Elvis), David Lopez, l'anziano padre della rockstar Jennifer. Insomma, una lunga lista di personaggi famosi che di certo hanno contribuito alla crescita di questa setta soprattutto da un punto di vista economico.

Tuttavia, è una fede molto particolare che porta a fare scelte forti che si distaccano dal “sano” comportamento.

Si dice che la Chiesa di Scientology si sia opposta al trattamento chemioterapico di Kelly oltre alla scelta di rivolgersi a medici per curare il suo tumore. Cosa altro avrebbe dovuto fare? Da queste terribili esperienze si può uscire solo con una cura adeguata e il percorso è irto e faticoso. Non sempre, anche con i migliori professionisti, le cose vanno bene, tuttavia è importante provarci.

John è avvezzo alle sfide e sfidare Scientology era l’unica via per tentare di salvare la moglie.

È stato lui a comunicare via Social la morte di Kelly. Nel post social, ringrazia il team medico che ha sostenuto la lotta della madre dei suoi figli.

La famiglia Travolta si è rivolta all’Anderson Cancer Center, il miglior ospedale del paese per la cura del cancro, ma non c’è stato nulla da fare. 

Così le luci si sono oscurate, John si è ritagliato del tempo per stare accanto ai figli. In tutto questo accadere l’ex membro Jeffrey Augustine afferma in una nota agenzia britannica che “L’elogio ai medici è stato un chiaro segno di allontanamento da Scientology”.

La Chiesa Scientology sostiene che la causa del cancro al seno della bella Kelly sia dovuto alla morte del figlio Jett.

Il matrimonio tra Kelly e John fu celebrato a Parigi. Un matrimonio da favola come si conviene nel rito della Chiesa Scientology fu celebrato a mezzanotte da un membro.

Come in tutte le più belle storie d’amore c’è sempre un lato oscuro. John e Kelly hanno dovuto affrontare molti dispiaceri oltre che il difficile percorso dell’amato figlio Jett. La loro storia d’amore è stata sempre un faro che ha illuminato i fallimenti dei divi di Los Angeles abituati a separazioni continue, a matrimoni senza significato che si bruciano in pochissimi mesi.

Cosa può aver catturato la curiosità, la mente, l’anima di John e Kelly tanto da farli appartenere a questa fede per tantissimi anni? Poi di tutto questo cosa resta?

Nulla … solo desolazione e lutto. Già le sette seppur costruite all’interno di basi apparentemente solide hanno come fine quello di creare un’illusione collettiva che intrappola in un circolo vizioso senza fine. Creano una dipendenza forte, tanto da trovare difficilmente la forza per allontanarsi. Solo raramente i suoi adepti riescono ad aprire gli occhi e osservare le incongruenze che emergono una dopo l’altra. Poi tornano i dubbi e la separazione si fa ancora più difficile. Solo eventi intensi posso condurre a cambiare percorso.

Nella vita c’è bisogno di trovare un luogo cui appartenere, le adesioni a queste sette offrono un territorio rassicurante anche se poi c’è il rovescio della medaglia.

A quanto si legge John ha aperto finalmente gli occhi, così la sua separazione da Scientology pare essere confermata da fonti sicure. Resterà una scelta definitiva oppure è solo una pausa? Solo il tempo potrà dare una risposta.

C’è solo da augurare a quest’uomo così straordinariamente famoso che ritrovi il suo centro di gravità permanente. I suoi figli sapranno sicuramente sostenerlo in questo difficile cammino, perché lui ha amato e difeso la sua famiglia in ogni istante della sua vita.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti