Ricominciare (on Novella2000)

Non è mai troppo tardi per un altro si!

Un vestito midi color ghiaccio, i capelli sciolti, un sorriso esagerato, in mano un bouquet bianco. L’auto si ferma, lei scende mentre lui l’aspetta radioso. Uno sguardo nello sguardo, lui china la testa sorridendo, lei le mette una mano nel cuore, poi mano nella mano, entrano dentro alla Chiesa che sarà per sempre la custode della loro promessa d’amore.

Nicoletta Mantovani, vedova Pavarotti, ha sposato il suo Alberto con la benedizione della figlia Alice, avuta dal tenore.




«Una scoperta», quella di questo amore improvviso, che Nicoletta dichiara, essersi svelata e rivelata, durante il lookdown. Infatti, hanno compreso, i novelli sposi, durante i faticosi mesi di pandemia, di essere una vera e propria famiglia, così il passo verso il secondo «si», è stato come tuffarsi in un meraviglioso sogno.

Il matrimonio si è intrecciato e tramato all’interno di un romanticismo infinito, dove le emozioni sono state il filo conduttore di tutto l’evento. Gli amici più cari a fare da corollario felice a questa nascente storia d’amore.

Così si apre un capitolo nuovo nella vita di questa donna, al tempo segretaria del grande tenore, poi amante, infine divenuta sua moglie. Beh, che dire di strada ne ha fatta, ha saputo ben gestire “l’amore” per il big Luciano sigillato dalla nascita di Alice, poi il tramonto (solo per la coppia vip) adesso una nuova alba dai colori neutri accarezzanti.

Un nuovo matrimonio, una nuova famiglia, una casa a Bologna, la scoperta di nuovi itinerari da condividere con un nuovo compagno di vita completamente diverso dall’incredibile Luciano Pavarotti.

Alberto è un uomo esile, con i capelli bianchi, la barba distesa su un viso dolce che richiama il volto di Babbo Natale. Quali saranno i doni che ha in serbo per lei? Che cosa mai l’avrà fatta innamorare di un uomo assolutamente all’opposto del tenore? Chissà … sta di fatto che Nicoletta Mantovani ricomincia da sé insieme al suo nuovo amore.

Cerchiamo di comprendere chi è il meraviglioso amore che è riuscito a farle pronunciare un altro «si, lo voglio» dopo solo 9 mesi. Speriamo solo che non accada come in Nove settimane e mezzo, ovvero che il sipario si chiuda ancor prima di iniziare la narrazione insieme. Perché, insomma, concedeteci un po' di pepe in questa storia … l’Alberto, in questione, non sembra avere tutto quel fascino del grande Big Luciano.

Non credete? Allora quale strana alchimia si è giocata in questa coppia che ha scoperto «di essere famiglia» proprio durante un periodo particolare della nostra vita e storia?

Andiamo per gradi.

Alberto Tinarelli è un consulente finanziario italiano e dirigente d’azienda nel bolognese. Beh, insomma persone così ce ne sono tante, quindi deve per forza avere delle caratteristiche che lo differenziano dai più. Quali saranno?

Non è un personaggio del mondo dello spettacolo, quindi le notizie sono scarne. Come abbiamo scritto, pare che Nicoletta si sia innamorata di quest’uomo soltanto 9 mesi fa!

Un amore decisamente da colpo di fulmine. Galeotta è stata una loro amica comune, dove si sono conosciuti: Grazia Verasani. La signora Grazia è stata un cupido eccellente, le sue freccette hanno colpito in pieno petto il bersaglio designato.

Così la vedova che sembrava rimanere tale per il resto della sua vita, avendo giurato amore eterno al tenore Luciano, non ha resistito al richiamo dell’amore, all’euforia che una passione può regalare tanto che non ha esitato a dichiarare in una recente intervista: «Mi sono innamorata, a settembre mi sposo. È un’anima bellissima, mi dà tanto equilibrio e so di poter contare su di lui in ogni momento. Alberto fa il consulente per una primaria azienda di servizi, diciamo un uomo di numeri. Ci siamo conosciuti grazie a un’amica in comune, Grazia Verasani, che da vero cupido, ha immaginato che potessimo diventare una coppia. Ci ha preso in pieno!».

Si sono sposati in chiesa perché come dice la Mantovani: «era importante dichiarare il nostro amore davanti al Signore».

Il che lascia pensare che l’Alberto non abbia fatto il grande passo in chiesa prima di questo momento.

Quindi, ai novelli sposi non resta che augurare un futuro a cinque stelle e un amore coinvolgente per il resto dei loro giorni. Anche se, dobbiamo dirla tutta, qualcosa nell’immaginario collettivo si è spezzato.

Eravamo abituati a vederla accanto al Big Luciano.

Un uomo, un Maestro indimenticabile, un artista che ha saputo far vibrare l’anima delle persone di tutto il mondo. Lei, ha voluto con tutte le sue forze questo amore, nato quando era la sua segretaria, scelta dalla prima moglie, dopo di che diventata amante del tenore, poi moglie e madre di Alice.

Ricordate la storia tra di loro che ha coinvolto nella sua rete molte persone che si sono schierate da una parte o dall’altra per partecipare questa vicenda seguendo, passo passo, ogni sviluppo?

Così come il dolore di Nicoletta al momento della perdita dell’amore eterno? L’aver continuato le iniziative del marito, senza fermarsi.

È pur vero che la vita va avanti, chi muore giace e chi vive si dà pace, ma spesso essere moglie di una Star di questo livello ha delle sfaccettature assai particolari.

C’è da chiedersi (bisognerebbe chiederlo allo sposo novello Alberto) cosa l’ha spinto, dopo solo nove mesi, a convolare a nozze con la vedova di un personaggio così importante? Non ha paura del confronto? Anche lui ha un bel curriculum ma di certo non eguaglia quello del compianto Luciano. Oppure la carica feromonica è stata così incontenibile che l’unica via è quella di provare benché ci sia il rischio del confronto, di non sentirsi all’altezza?

Un amore all’inizio è tenuto in vita dal fuoco della passione, ma poi con il passare del tempo, il quotidiano diventa una scadenza ritmata, il fuoco si spenge lasciando spazio ad altro. Nella loro vita ci sarà altro?

È innegabile che Nicoletta era abituata alle grandi kermesse, alle passerelle più importanti, alle feste più esclusive, a una vita che difficilmente potrà rivivere e sperimentare.

Cosa porterà stimolo, motivazione e tutto quello che serve per mantenere lo stesso livello cui è abituata la signora Mantovani, vedova Pavarotti?

Il bel Alberto riuscirà a tenere il passo e a darle ciò che desidera?

Noi ce lo auguriamo e soprattutto lo auguriamo a lei, ma perdonateci una nota stonata che fa eco con la stridente durezza della vita.

Questa volta la scelta è caduta su un uomo che manca di fascino, di carisma, pur nel suo atteggiamento cortese, coinvolgente e capace di far, al momento, sognare.

Chissà, se per Nicoletta anche questa volta i feromoni hanno giocato un ruolo importante!

Sono stati i complici della nascita di un amore che si sta preannunciando meraviglioso? Sarà davvero così? Oppure c’è la voglia di avere una famiglia che dia l’idea della base sicura nonostante tutto?

Per rispondere a queste domande e a molte altre che sono stimolate da questo repentino matrimonio basta attendere, osservando cosa accadrà da questo momento in poi.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti