Solo l'amore non basta. Ingredienti per una coppia felice

La relazione con l’Altro è incontro speciale che richiede tempo. Impegno. Dedizione. Non c’è garanzia, nonostante la volontà messa nel costruirla, che viva in eterno.



È possibile individuare dei cardini, dove costruire la relazione con l’Altro affinché possa risultare un incontro sano e costruttivo. Un rapporto si basa su un sentimento d’amore forte. Questo sentimento non è sufficiente per assicurare il per sempre. È importante trovare e mettere in atto alcuni accorgimenti perché una relazione possa tenere nel tempo. All’apparenza scontati, rappresentano il terreno fertile per rendere una relazione solida e inattaccabile dalle intemperie della vita. Possiamo individuare alcuni aspetti che promuovono la costruzione di una relazione solida: Il dialogo: è alla base della relazione qualunque essa sia soprattutto con il partner. Una relazione riesce a vivere nel tempo se la coppia è in grado di raccontarsi intimamente, di condividere sogni, bisogni, problematiche, insoddisfazioni, paure, speranze e aspettative sulla vita e sul rapporto di coppia. La comunicazione con il partner crea la giusta sintonia. Se manca si possono innescare interpretazioni, spesso erronee, sui bisogni dell’Altro. Ci sono individui che hanno un’aspettativa magica. Nessuno ha la capacità di prevedere il bisogno dell’altro o di leggere i suoi pensieri. I membri di una coppia giungono da esperienze di vita dif- ferenti. Hanno modi di vedere le cose che derivano dall’ambiente, dove sono cresciuti, dove hanno vissuto. Non riusci- re a cogliere i bisogni dell’Altro tra le righe e i silenzi non è indice di mancanza di attenzione, interesse o amore. L’unica via per comprendersi è il dialogo. Il confronto. La chiarezza. Onestà e trasparenza: la menzogna fa infiniti danni. Frattura la relazione alla base. Un rapporto si basa sulla fiducia. Se viene a mancare, le fondamenta iniziano a sgretolarsi non trovando più aderenza con il progetto a due. La trasparenza e l’onestà permette di aprirsi totalmente. Comunicare i propri sentimenti: alcuni individui non riesco- no a esprimere apertamente i sentimenti. L’amore si può dimostrare in varie maniere: a parole, fornen- do aiuto concreto, supporto economico, con bigliettini, regali, nomignoli. È importante che il partner senta e sperimenti il sentimento. Questo rassicura, nutre e dà forza al legame. Contratto fisico: il contatto fisico è importante per rafforzare il legame con l’Altro. È rassicurante, piacevole e nutritivo. Possono esserci varie forme: tenersi per mano, abbracciarsi, accarezzarsi, coccole, baci, addormentarsi abbracciati. Disponibilità emotiva: sentirsi amati è importante soprattutto se si vive una relazione. Ci sono persone che hanno difficoltà a mostrare la propria emotività. Tanto più sono impacciate nell’e- sprimere i propri sentimenti con il cuore aperto. È importante aprirsi all’Altro non solo con la gestualità ma anche con la parola.

Potenza di entrambi: una coppia perché funzioni deve essere affiatata, decidere per il benessere del noi, nell’interesse di entrambi. Non esistono, nella coppia, vincitori e vinti. Il livello deve essere assolutamente equilibrato altrimenti può portare ad alimentare sospesi e non detti che vanno a destabilizzare l’armonia. È importante che entrambi i membri si confrontino e creino un clima complice e di scambio. Condividere esperienze: è solito osservare il naufragare di un legame affettivo perché i partner sono troppo presi dai loro impegni tanto da aver poco tempo da dedicare l’uno all’altra. Le relazioni funzionano e durano nel tempo se la coppia ha la capacità di ritagliarsi del tempo da condividere, dove vivere esperienze comuni che gratificano entrambi. Condividere una passione. Una cena. Un film. Un momento particolare crea un collante indistruttibile. Rispetto di sé e dell’Altro/a: con il passare del tempo il rapporto passa dalla fase della passione alla fase dell’amore. In questo passaggio, quando la follia dell’innamoramento lascia spazio ad altro, è possibile incontrare aspetti del partner che possono non piacerci. Limiti che prima non si vedevano emergono sorprendendoci. Qui prende vita la relazione di coppia nonché il lavoro per essere in coppia. La realtà si apre in tutta la sua declinazione. Il partner ideale (principe o principessa) può diventare un ranocchio. Scoprire che l’Altro è diverso dall’idea che abbiamo potrebbe condurre alla delusione. L’amore è accettazione dell’Altro per così com’è. L’amore è amare i limiti dell’Altro senza viverli come una diversità bensì renderli risorse e unicità. Il rispetto della differenza dell’Altro e delle sue caratteristiche è la base di un amore vero. Confini sani: in una relazione sana va assolutamente evitata la simbiosi. Ogni partner deve mantenere la propria individualità, senza annullarsi o plasmarsi per far piacere all’Altro. Il rischio, laddove c’è l’organizzazione di una dipendenza, è di costruire un legame non soddisfacente bensì basato su ferite individuali che non portano al benessere. Il partner al primo posto: oltre ai figli il partner deve esse- re un punto di riferimento principale. I legami della famiglia d’origine dovranno essere ricollocati nella giusta dimensione. Compromessi e negoziazione: desiderare cose diverse è leci- to. In una coppia che funziona è importante confrontarsi per giungere poi, a una decisione che tenga conto di entrambi i punti di vista. È importante nutrire i bisogno e al tempo stesso darsi nutrimento. La confrontazione permette d’indi- viduare i bisogni reciproci e di prendersene cura. Le discussioni che aiutano a crescere: ogni coppia litiga. Il litigio costruttivo permette alla coppia di conoscersi ester- nando il proprio malessere e disagio. Non è sano tenere tutto dentro. Accresce il sospeso e la rabbia. Un litigio sano evita l’attacco personale. Le minacce. Non fa sentire l’Altro inutile o patologico. Non denigra. Non schernisce. Anche se la rab- bia è forte bisogna mantenere la dignità sia di sé sia dell’Altro. Chiedere scusa: in una coppia costruttiva un aspetto importante è la capacità di chiedere scusa. Le scuse non devono essere solo a parole ma devono avere un supporto realistico e azioni concrete.

Responsabilità per le proprie reazioni ed emozioni: tutti hanno esperienze e aspetti di sé non risolti. Non è corretto far ricadere sul partner le colpe di altre esperienze di vita o fargli subire emozioni antiche. Gli aspetti non risolti di ciascun membro della coppia non devono assolutamente ricadere sull’Altro. Oltre agli ingredienti per creare una coppia sana esistono altri aspetti che permettono di mantenersi in armonia a lungo, se non per sempre. I fattori che determinano un equilibrio bilanciato e nutritivo sono rappresentati da:

  • Ridere e giocare insieme

  • Provare nuove cose insieme

  • Esternare la gratitudine

  • Celebrare i successi Questi quattro ingredienti rafforzano l’essere in coppia. Consolidando e stimolando la voglia di viversi insieme. Non dimentichiamoci mai una cosa importantissima. Affinché qualsiasi rapporto d’amore cresca in modo profondo ci deve essere fiducia. Tutto l’amore del mondo non compensa la sua mancanza. Quando una coppia è dotata di fiducia e amore il rapporto diviene maturo e prospero.


0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti