Un'alcolista alla Casa Bianca

Siamo nell’epoca delle serie TV sdoganate alcuni anni fa e diventate essenziali per tutti. Le TV on-demand sono dense di serie nuove che si sommano l’una all’altra come se fossero tanti trofei da mostrare. È fuor di dubbio che il mondo della serie televisiva affascina e coinvolge tanto che sono in molti a tuffarsi durante il fine settimana in maratone da serie televisiva.




A breve arriverà una nuova avvincente programmazione: «First Ladies» su Showtime, con Viola Davis che darà il volto di Michelle Obama e Michelle Pfeiffer vestirà i panni di Betty Ford, moglie di Gerald Ford, 38° presidente. La serie non lascia correre in fraintendimenti, First Ladies, è la narrazione della vita, della storia, delle emozioni delle First Lady della Casa Bianca. Donne potenti, carismatiche, capaci di sostenere il marito e al tempo stesso di dettare tempi e modi nel panorama politico mondiale.

Ciò che emerge è la natura densa e forte delle mogli di alcuni Presidenti, tutte con la capacità di stimolare nel marito «Presidente» decisioni spesso difficili. «Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna», non solo una credenza ma una assoluta verità, tanto che le First Lady lo hanno dimostrato nel corso di tanti anni.

Ciò detto, veniamo alla prima puntata dove verrà raccontata la vita della First Lady Betty Ford, una donna impegnata nel sociale e attiva in politica ancor prima di diventare moglie di un politico (per lei saranno le seconde nozze).

Senza dubbio è stata una donna autentica, schietta, diretta. La sua vita nonostante i fasti della Casa Bianca è stata offuscata da esperienze forti come la dipendenza da alcol e a